(ANSA) – NEW DELHI, 04 AGO – In vista del primo anniversario della cancellazione dell’autonomia, il governo ha imposto il coprifuoco totale in Kashmir per oggi e domani, citando informazioni di intelligence che prevedono un “Black Day”, un giorno di terrore, con il rischio di attentati e violenze. Un anno fa, il 5 agosto del 2019, il governo centrale cancellò l’autonomia del Jammu e Kashmir, lo stato himalayano conteso tra India e Pakistan, abrogando la clausola della Costituzione Indiana che garantiva lo statuto speciale al Kashmir e trasformò l’ex stato in due Unità Territoriali, realtà amministrative la cui sovranità è sottoposta all’autorità del governo centrale.
    Da allora la popolazione del Kashmir si è vista imporre uno dei coprifuochi più lunghi della storia, durato oltre sei mesi, con l’isolamento dal resto del paese e del mondo, il taglio di tutte le comunicazioni telefoniche e mobili, la sospensione di Internet, mentre migliaia di persone venivano incarcerate, tra cui centinaia di esponenti politici, alcuni dei quali sono tuttora agli arresti domiciliari. (ANSA).
   

L’articolo originale lo trovi cliccando qui