(ANSA) – MILANO, 09 GIU – Bisogna tenere presente anche il punto di vista dei genitori del bambino tornato a casa “con una manina massacrata”: è quanto ha sottolineato il procuratore di Cremona Roberto Pellicano dopo le polemiche per l’avviso di garanzia ricevuto dalla sindaca di Crema Stefania Bonaldi, dopo che un bimbo si è schiacciato la mano in una porta tagliafuoco all’asilo. “Propongono querela – ha aggiunto – perché ipotizzano che non sia normale andare al nido e subire gravi lesioni; qualcuno potrebbe portarne la responsabilità. E loro chiedono all’autorità giudiziaria di accertarlo”. (ANSA).
   

L’articolo originale lo trovi cliccando qui