(ANSA) – WASHINGTON, 29 MAG – Terza serata di proteste a Minneapolis, dove da giorni è esplosa la rabbia per la morte dell’afroamericano George Floyd durante il suo arresto da parte della polizia. In campo è scesa anche la Guardia Nazionale per evitare il ripetersi di scontri, saccheggi ed atti di vandalismo e violenza. Centinaia di persine si sono ritrovate ancora una volta soprattutto davanti al distretto di polizia a cui appartenevano gli agenti coinvolti e davanti l’abitazione di uno di loro, quello che premendo sul collo di Floyd col ginocchio ha finito per soffocarlo.
   

L’articolo originale lo trovi cliccando qui