Harry Styles sul set di «My Policeman»
Harry Styles sul set di «My Policeman»
Harry Styles sul set di «My Policeman»
Harry Styles sul set di «My Policeman»
Harry Styles sul set di «My Policeman»
Harry Styles sul set di «My Policeman»

L’estate di Harry Styles inizia in Italia. Il cantante, ex One Direction, è prima arrivato a Venezia per le riprese del suo ultimo film, My Policeman, ma prima di ripartire ha deciso di fare tappa in Toscana. A Porto Ercole, per esattezza, per il primo bagno di stagione.

Il 27enne, al secondo film importante, è arrivato a Venezia mercoledì, per le ultime riprese del dramma romantico diretto da Michael Grandage, insieme alla co star Emma Corrin, colei che è stata Lady Diana nell’ultima stagione di The Crown. E la foto di fine set – dal Canal Grande – l’ha mandata in rete il regista, tra Harry e il produttore Michael Grandage.

La produzione di My Policeman era iniziata a Brighton, prima di sbarcare in Italia per girare alcune scene finali. Nella pellicola, ambientata negli anni ’50, e ispirata al romanzo di Bethan Roberts, Styles interpreta Tom, un ufficiale di polizia gay non dichiarato. Le relazioni omosessuali, ricordiamo, in Inghilterra sono state depenalizzate solo nel 1967, prima erano illegali. Tom quindi sposa Marion (Corrin) per fingere di essere eterosessuale e salvare la sua vita e la libertà. Ma la sua vera e decennale relazione è con il curatore di museo Patrick Hazelwood, interpretato da David Dawson.

Il cantante poco prima era stato impegnato su un altro set, quello di Don’t Worry Darling, diretto dalla fidanzata Olivia Wilde. Un thriller psicologico, anch’esso ambientato negli anni ’50, di cui sappiamo ancora pochissimo. Wilde, che ha chiuso a inizio anno il matrimonio con Jason Sudeikis, qualche tempo fa ha voluto lodare Harry pubblicamente per il lavoro svolto e per il modo in cui l’ha fatto: «Piccolo fatto che non tutti sanno: la maggior parte degli attori non vuole interpretare ruoli di supporto in film in cui le donne sono protagoniste», ha scritto l’attrice e regista via Instagram, per poi aggiungere: «È davvero difficilissimo trovare attori che capiscano perché possa essere importante permettere a una donna di prendersi la scena. E, qui, arriva Harry Styles, il nostro Jack. Non solo ha apprezzato l’idea di lasciare la luce dei riflettori alla meravigliosa Florence Pugh, la nostra Alice, ma ha portato in ogni scena un’umanità ricca di sfumature. Non aveva bisogno di unirsi al nostro circo, eppure lo ha fatto, con umiltà e grazia, e ci ha sbalorditi ogni giorno con il suo talento, il suo calore e la sua capacità di stare un passo indietro».

Vacanze meritate. Prima di tornare alle radici, la musica. Il suo Love on Tour partirà ad agosto a Tacoma, Washington, per poi proseguire tra Stati Uniti e Canada. L’ultima tappa sarà la notte prima di Halloween al Madison Square Garden di New York.

LEGGI ANCHE

«Il diavolo veste Prada» compie 15 anni: tutte le curiosità sul film cult con Meryl Streep

LEGGI ANCHE

«Dune», la premiere del film (con Timothée Chalamet) sarà a Venezia

L’articolo originale lo trovi cliccando qui