Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York
Blake Lively e figlie a New York

Le mani piene di Blake Lively. Ecco l’attrice per le strade di New York in una serie di rarissime foto con le figlie. Sono tre (James, 6 anni, Inez, 4, e Betty, 21 mesi), e lei e il marito Ryan Reynolds fanno di tutto per tenerle lontano dai riflettori. I cinque vivono in una piccola cittadina dello stato di New York, lontano dalla mondanità. E lì hanno trascorso anche il lockdown, in una casa – come ha rivelato di recente Reynolds, «piena di donne»: moglie, figlie e temporaneamente anche la suocera.

A farli conoscere, invece, è stato il set, quello di Lanterna Verde nel 2011. «Siamo stati a lungo amici», ha raccontato lui di recente, «Credo sia questo il modo migliore per cominciare una storia: in amicizia». Diventare poi genitori, sostengono, li ha resi persone migliori: «Mi manca essere orribile», ha spiegato lui, scherzando come al solito con l’amica Ellen DeGeneres, «È difficile. È sempre una sfida, tanto che sarei tentato di chiudere le palpebre in questo momento per prendermi una piccola pausa. Ma è un sogno. Sono le migliori, sono le mie piccole».

A vederli così sembra che Blake e Ryan stiano insieme da sempre, nel passato di lui invece c’è un matrimonio andato a rotoli (con Scarlett Johansson); in quello di lei la lunga relazione col collega di Gossip Girl Penn Badgley e una breve apparizione al fianco di Leonardo DiCaprio.

«Ho sempre cercato di essere il più presente possibile», ha spiegato l’attore qualche tempo fa. «Faccio film così come li fa mia moglie, viaggiamo dappertutto e ci muoviamo insieme. Penso che questa sia stata la parte migliore. Non passiamo mai davvero molto tempo separati e di questo sono davvero felicissimo».

LEGGI ANCHE

L’arma più efficace della regina contro Harry e Meghan Markle: l’indifferenza

LEGGI ANCHE

Colin Cowie, il party-planner per i 40 anni di Meghan

L’articolo originale lo trovi cliccando qui