23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry
23 dettagli del royal wedding di Meghan e Harry

A smentire Meghan Markle è stato lo stesso arcivescovo che la Duchessa ha menzionato al cospetto di Oprah Winfrey, in un’intervista in cui la verità cui ha giurato voler dar voce sembra, oggi, un miraggio lontano. «Ho incontrato più volte, in ambito privato e pastorale, i Duchi del Sussex prima della cerimonia ufficiale del 19 maggio 2018», ha cominciato Justin Welby, arcivescovo di Canterbury, in un’intervista concessa a Repubblica. «Quel giorno c’è stato il matrimonio. Se avessi firmato il certificato un giorno diverso, avrei commesso un reato grave. Il matrimonio ha avuto luogo il 19 maggio», ha poi specificato, negando di aver celebrato le nozze tra Meghan Markle e il principe Harry tre giorni prima dell’evento in mondovisione.

La Duchessa e il Duca di Sussex ad Oprah Winfrey invece avevano raccontato «ci siamo sposati tre giorni prima del nostro matrimonio: nessuno lo sa, ma abbiamo chiamato l’arcivescovo (di Canterbury) e ci siamo limitati a dirgli: “Questa cosa, questo spettacolo è per il mondo, ma vogliamo la nostra unione tra di noi”». L’arcivescovo di Canterbury è stato irremovibile nel negare l’esistenza di una cerimonia privata. Come azzardato da un portavoce dei Sussex, Harry e Meghan Markle potrebbero, più semplicemente, essersi scambiati dei voti in forma privata, di fronte all’uomo di chiesa con il quale hanno trascorso la fase prematrimoniale.

LEGGI ANCHE

Meghan Markle e il regalo per la figlia in arrivo (nel segno di Lady Diana)

LEGGI ANCHE

Harry e Meghan non si sono sposati in segreto tre giorni prima del royal wedding (almeno non legalmente)

LEGGI ANCHE

Harry e Meghan, il primo dietrofront: «Nessun matrimonio segreto, solo uno scambio di voti»

L’articolo originale lo trovi cliccando qui