(ANSA) – MILANO, 27 MAR – L’associazione nazionale Cuore di Donna, con sede a Casazza (Bergamo), ha deciso di sostenere in questo momento di difficoltà alcuni ospedali dei territori in cui opera, tra cui anche i Civili di Brescia e il presidio di Montichiari (Brescia).
    “Dal cuore generoso di queste donne, che hanno vissuto momenti difficili nella loro vita a causa di un cancro, arriva l’idea – spiega l’ente – di devolvere parte dei fondi che vengono raccolti sui singoli territori, attraverso iniziative di diversa natura, agli ospedali di Bergamo e Brescia, le città Lombarde che stanno soffrendo più di tutte in termini di perdite umane, città simbolo e fulcro dell’emergenza italiana, ma anche gli ospedali A. Perrino di Brindisi e Mater Salutis di Legnago (Verona), città nelle quali operano da anni delegazioni dell’ associazione”. “Abbiamo pensato con le donazioni agli ospedali per dare un segno tangibile e forte di unità nazionale non solo nella lotta contro il cancro”, spiega Myriam Pesenti, la presidente nazionale. (ANSA).
   

L’articolo originale lo trovi cliccando qui